Vai al contenuto

Wisher on "Heavy Metal" cult magazine

Creata a metà degli anni settanta dall’editore Leonard Mogel oggi edita da Kevin Eastman, uno dei creatori delle Tartarughe Ninja, ha pubblicato autori come Enki Bilal, Moebius, Phillippe Druillet, Milo Manara e Philippe Caza, il mitico Ranxerox di Stefano Tamburini e Tanino Liberatore e copertine di Hans Ruedi Giger e Esteban Maroto. È una rivista che ha segnato la cultura giovanile di quegli anni trattando di musica rock, fumetti underground, racconti di fantascienza, media visivi. Famose sono rimaste le interviste a registi come Roger Corman, Federico Fellini, John Sayles e John Waters. Nel 1981 venne addirittura realizzato un film d’animazione ispirato alle varie serie della rivista con budget di 9.300.000 di dollari e nel 2000 un secondo, intitolato Heavy Metal 2000: F.A.K.K. con 15.000.000 di dollari, quest’ultimo ispirato più che altro al fumetto The Melting Pot, scritto da Kevin Eastman e disegnato da Simon Bisley. Dal film vennero creati inoltre i videogiochi, Heavy Metal: F.A.K.K. e Geomatrix. Nel marzo del 2008 è circolata la voce che David Fincher regista di Seven, Fight Club e del recente The Social Network volesse dirigere un nuovo film animato Heavy Metal per la Paramount. Sull’ultima uscita di Heavy Metal campeggia come strillo la pubblicazione della graphic novel “Wisher”, pubblicata nel 2006 per il mercato francese da Lombard, serie dalle grandi potenzialità che ha avuto vita difficile a causa di sventure editoriali, ma che oggi sta recuperando in visibilità internazionale. Una storia hurban-fantasy ambientata a Londra in cui le ultime creature della fantasia (fate, gnomi, maghi) si sono rifugiate nel sottosuolo della città, cacciati come bestie da una frangia deviata dei servizi segreti britannici incaricati di sterminare gli ultimi barlumi di “fantasia” di questo mondo in favore del cinico razionalismo e della tecnologia. Una metafora di quanto sta effettivamente avvenendo nella realtà, col progressivo oblio delle tradizioni, della storia, della poesia, della creatività. Wisher è balzato recentemente all’attenzione delle cronache per le sbalorditive somiglianze con il successivo film prodotto dalla Disney, interpretato da Nocolas Cage e Monica Bellucci “L’apprendista Stregone”. Ora, in attesa di vedere (speriamo) la trasposizione ufficiale di questo fumetto al cinema, prodotta da una casa di produzione hollywoodiana che ha recentemente opzionato il progetto, i lettori americani possono scoprire il mio lavoro, metre a fine Agosto esprorrò al Museo dei Comics di Pittsburg in una personale. In Italia, invece è stata “LancioStory” a pubblicare a puntate alcuni episodi del fumetto, notizie fondate mi dicono che l’ultimo dei quattro episodi verrà pubblicato quest’estate, ma si attende ancora una degna pubblicazione in volume di questo lavoro. Tutto questo mentre per il mercato franco-belga è in uscita l’integrale dei quattro volumi della serie, finalmente in rigoroso bianco e nero, per valorizzare pienamente il lavoro di disegno.

Rispondi

More informations?

Meet Giulio De Vita

  • Festival BD Toulouse 22 giugno 2018 alle 9:00 – 24 giugno 2018 alle 10:00
  • Esami jesi 27 giugno 2018 alle 10:00 – 30 giugno 2018 alle 11:00 jesi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: